Dublino

Capitale del paese Dublino è una città dalla storia lunga e, spesso, travagliata. A partire dagli anni '90 ha cominciato ad assumere le caratteristiche di una vera capitale e, dal punto di vista economico, a creare la sua immagine di città sede di imprese di IT

Bellissima, affascinante, sorprendente capitale della Repubblica d'Irlanda. Questa è Dublino, o Ath Cliath, come forse comincerete a chiamarla anche solo dopo pochi giorni che ci sarete, per rendere omaggio alla lingua gaelica. Oltre ad essere la città più grande dell'Irlanda è anche quella che contribuisce con la percentuale più alta al PIL nazionale.
Le prime notizie che si hanno su questa città risalgono più o meno al 140 d.C. ma restano comunque avvolte nella leggenda. Alcune notizie più certe sono quelle che parlano di Patrizio d'Irlanda che, nella seconda metà del '400, inizia la sua opera di cristianizzazione.
Arriviamo poi all'800 circa con l'incoronazione del re normanno Thorkel I che però scelse Armagh come sua base.

Nel X secolo si ha l'unione di quella che era Ath Cliath e Dublin Linn, celtica la prima e vichinga la seconda. Arriviamo all'epoca medioevale quando, con l'invasione anglo-normanna, Dublino divenne capitale del regno irlandese. I normanni diedero vita a imponenti lavori di fortificazione per difendersi dai nativi irlandesi, considerati barbari, popolazione dalla quale difendersi. I normanni vivevano sentendosi sotto assedio in ogni istante e questa mentalità fu quella che caratterizzò, in molti aspetti, un po' tutta la vita della Dublino medioevale. Epoca di grandi difficoltà e calamità che colpirono Dublino: come la peste nera del 1348 che, per altro, continuò per altri due secoli anche se in maniera intermittente. Pestilenze e assedi furono un po' la caratteristica della Dublino di quei secoli.

Spostiamoci avanti nel tempo per arrivare al XVI secolo quando la città conobbe una notevolissima trasformazione dovuta anche alla prima conquista inglese per mano dei Tudor. Periodo ricco ma anche molto problematico questo; la tassazione della corona inglese cominciò ad essere più pressante, la riforma protestante decisamente imposta; queste cose contribuirono a rendere la situazione non proprio pacifica. Accadde di tutto e, forse, si possono trovare in quel periodo i germi di quella che spesso assunse connotati sanguinari: la rivalità tra irlandesi e inglesi, tra cattolici e protestanti. Certo non contribuì a migliorare la situazione l'inaugurazione del Trinity College nel 1592, per mano della Regina Elisabetta I, ma solo per i protestanti.

Nel XVIII secolo Dublino conosce una sorta di ristrutturazione urbanistica e culturale che coincide con un periodo di innegabile splendore. Sono gli anni in cui vengono anche costruiti alcuni degli edifici più belli della città e il fiume Liffy comincia ad essere visto come qualcosa di bello e da valorizzare.

dublino

Eccoci arrivare al XX secolo che inizia (siamo nel 1913) con una enorme manifestazione di operai che scendono in piazza guidati dal sindacalista Larkin. Fu la più grande manifestazione mai avvenuta fino ad allora in Irlanda e nel Regno Unito e finì in maniera tragica: migliaia di feriti e diversi morti. Pochi anni dopo, nel 1916, ci sarà un altro episodio che, nella sua drammaticità, entrerà nella storia, cambiando volto alla città e all'Irlanda tutta: la Sollevazione di Pasqua. La manifestazione subì una repressione durissima e piena di sangue: tanti, tanti giovani morirono. Nel 1918, guidata da un altro personaggio mitico Michael Collins, prese inizio la guerrigia degli Irish Volunteers da cui prese vita l'IRA.

Arrivano poi gli anni '90 e con loro una notevole trasformazione, anche economica, della città. Sono gli anni del boom economico e Dublino, come spesso succede in casi analoghi, viene in parte travolta ( e secondo qualcuno anche snaturata) da questa nuova ricchezza. Comunque la si pensi sono anni di enormi cambiamenti e di indubbio fervore per la città che comincia ad acquisire molte delle caratteristiche di una vera capitale europea.

La città, oltre ad essere una location importantissima per gli amanti dell'arte (basti pensare che qui si trovano il National Print Museum of Ireland, l'Irish Museum of Modern Art, la National Gallery of Ireland e molte altre) è ancheil principale polo formativo del paese. A Dublino vi sono infatti le tre più importanti università dell'isola: la University of Dublin che è anche la più antica del paese. Suo è il celeberrimo Trinity Colege al cui interno è anche conservato il Book of Kells uno dei più antichi libri mai dati alle stampe. Un'altra università è la National University of Ireland di cui fa parte anche il prestigioso University College Dublin; infine troviamo la Dublin City Univesity specializzata in economia, ingegneria e facoltà scientifiche. Altri importantissimi istituti di formazione sono il Royal College of Surgeons in Ireland, il Dublin Institute of Technology e il National College of Art and Design.

Pur essendo spostata in posizione laterale Dublino resta il fulcro del sistema dei trasporti irlandesi: il suo porto è il più importante d'Irlanda come il Dublin Airport che, per traffico aereo è sicuramente il maggiore. Due le stazioni ferroviarie maggiori: la Heuston Station e la Connolly Station. E dal punto di vista dei collegamenti stradali le principali arterie partono tutte da Dublino.

Dal punto di vista economico Dublino ha cominciato a cambiare la sua faccia nella seconda metà degli anni '90. Furono anni in cui la città divenne sede di molte industrie farmaceutiche e di information technology: quest'ultima ha continuato ad essere una delle caratteristiche economiche della città. A Dublino si sono via via insediate imprese come Microsoft, Xerox, Google, Intel, HP e poi anche Facebook



Scrivici se hai domande o commenti sull'Irlanda

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nome *

Email *

Commento